IL '21 E PANAYIOTIS KARATZAS

< Indietro


 

Panagiotis Karatzas, un semplice calzolaio di Patrasso, è stato un capitano che con i suoi uomini hanno iniziato la rivoluzione a Patrasso il 21 marzo del 1821 (Piazza San Giorgio, dove oggi si trova il monumento della Rivoluzione 1821).

Piazza di San Giorgio a Patrasso.

Fu membro della Filiki Etaireia, intodotto da Papaflessas, e ha svolto il suo primo ruolo nel insorgerre della Rivoluzione.

Essendo il capitano dei armati ribelli del Patrasso, ha colpito i turchi nella città di Patrasso e li ha costretti a barricarsi nel castello. Questo assedio è stato il primo grande rivoluzionario atto liberatorio, organizzato e coordinato del Popolo di Patrasso sotto la guida di Karatzas.

Li signori di Achaia accecati dall'odio generato dai sospetti che sono stati diffusi, riguardo l’ omicidio di Stamatis Koumanioti all'assedio del castello di Patrasso dal capitano Panagiotis Karatzas, e dalla gelosia che si era annidata nel loro cuore per i successi del Karatzas e la paura che Karatzas sarebbe il leader naturale del popolo rivoluzionario di Patrasso, ruolo che hanno rivendicato per se stessi, sono riusciti a ucciderlo per eliminarlo.

Il 4 settembre di 1821, Thanos Koumaniotis attese Karatza al Monastero di Omblos, a sud est di Patrasso. Una volta che Karatzas ha superato il cancello di ferro del monastero e si trovò faccia a faccia con Koumanioti e i suoi uomini, ha cominciato a ballare con i suoi quarti posteriori rivolti a loro e in generale si muoveva con un modo beffardo in modo da ferirli e di mostrarli li suo disprezzo per le loro minacce. Gli uomimi Koumaniotis si sono infuriati e uno di loro, di nome Tsalamidas, gli ha sparato alla schiena e lo ha ucciso.

La tomba del Capitano è al di fuori del monastero di Omblos.

"Horrible risultato di passione e gelosia", descive con un'elegia il poeta e maestro della nazione Triantaphyllos Spondis, l'assassinio del Karatzas dal groupo di Koumaniotis.

La musa popolare ha immortalato l'assassinio con il brano:

Τρεις περδικούλες κάθονταν στης Κούκουρης τη ράχι
η μιά τηράει τα πέλαγα κι άλλη κατά την Πάτρα
κι η τρίτη η καλύτερη μοιρολογάει και λέει:
Θέ μου ο Καρατζάς τι γίνηκε, αυτός ο καπετάνιος;
Μάιδε στην Πάτρα φαίνεται μάιδε στο Σαραβάλι.
Μας είπαν πως τον σκότωσαν μεσ’ στου Ομπλού την πόρτα.

La porta del monastero Omblos, luogo dell'assassinio di Karatzas.

 

Tariffe di affitto