ANDRAVIDA

< Indietro


 

Nel Medioevo, la Andravida fu la capitale del principato di Achaia (Morea), essendo la città più ricca e più splendida anche la sede del vescovo Oleni. Fu la sede dei franchi principi Andreville ed inoltre qui venivano i nobili dall'Europa per esercitarsi in equitazione. Dal suo glorioso passato, tutto ciò che e’ sopravvisuto oggi è la parte gotica della chiesa di Santa Sofia e due cappelle.

La chiesa di Santa Sofia fu costruita da Geoffrey, intorno al 1230, ed era la piu maestosa chiesa in Grecia. Secondo le informazioni disponibili, non è stata utilizzata solo come luogo di onore e culto a Dio, ma anche come luogo di incontro per il principe e baroni per prendere delle decisioni importanti. Inoltre, qui ci sono stati fatti l'incoronazioni dei successori del principato.

La chiesa di Santa Sofia apparteneva ai fratelli domenicani ed e’ stato qui dove si è incontrato l’"Alto" o "Grande Corte" di quale decisioni non erano solo di consulenza, ma ache di carattere giudiziario.


I monaci domenicani, che hanno costruito la Basilica di Santa Sofia, erano un ordine monastico di predicatori che ha preso il loro nome dal loro fondatore, San Domenico. Culla dell'ordine è la regione di Tolosa, nel sud della Francia.

L’architettura dominicana, distinta da una preferenza per la semplicità e il rigore della forma degli edifici e le stutture, é caratterizzata da umiltà e modestia. I monaci dovevano seguire delle restrizioni sulle dimensioni, i materiali e la forma dei templi. I loro edifici non avevano decorazioni eccezionali e le dimensioni non potevano essere molto estese.

Tariffe di affitto